Mente e funzioni cognitive

L’encefalo, nel linguaggio comune definito cervello, è la sede delle nostre attività cognitive. In quest’organo avviene la rappresentazione del mondo attinta con i cinque sensi (vista, udito, tatto, olfatto e gusto) e da qui partono i comandi motori che attivano i muscoli dando origine a ogni nostro comportamento.

Il cervello, insieme con midollo spinale, tronco cerebrale e cervelletto, costituisce il sistema nervoso centrale.
Esiste poi un sistema nervoso periferico costituito dai nervi che dal sistema nervoso centrale si portano a tutte le parti del corpo.
Le funzioni cognitive sono: l’attenzione, la memoria, la percezione, il ragionamento. Vediamo brevemente le funzioni cognitive di base:

  • l’attenzione è la funzione che isola le informazioni utili a risolvere un problema oppure attinenti ad un contesto, considerando le infinite informazioni che tutti i giorni arrivano al cervello;
  • la memoria è la funzione che mette in ordine ogni tipologia di informazione;
  • la percezione è la funzione che elabora gli stimoli interni e esterni;
  • il ragionamento è la funzione responsabile dei processi logici, tra cui importantissimo è il linguaggio.

I disturbi cognitivi sono tutte le alterazioni o disfunzioni nelle funzioni.
La malattia di Alzheimer (AD) è la forma di demenza più diffusa che comporta una progressiva compromissione delle funzioni cognitive come la memoria, il ragionamento, il linguaggio, la capacità di orientarsi, di svolgere compiti motori complessi, tale da pregiudicare la qualità e la possibilità di una vita autonoma.